EDIPO IL MITO



ore 20.45 (domenica ore 16.00): nell’ambito della rassegna Grande Teatro 2016/17 organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Verona la compagnia teatrale Mauri Sturno mette in scena EDIPO IL MITO. In una sola sera vengono rappresentati i due sommi capolavori di Sofocle: EDIPO RE e EDIPO A COLONO, che costituiranno l’unicum di uno stesso spettacolo, nel quale si confronteranno due diverse visioni di regia di due opere fondamentali. La storia di Edipo è la storia dell’uomo, poichè racchiude in sè tutta la storia del suo vivere: due grandi testi in cui poeticamente si esprime e compiutamente si racconta la favola di Edipo alla ricerca della verità.
A distanza di vent’anni, Glauco Mauri e Roberto Sturno tornano a mettere in scena i due capolavori di Sofocle, per analizzare più compiutamente il mito immortale di Edipo. Con nuovi compagni di viaggio e in un nuovo spazio scenografico, la messa in scena è affidata a due diversi registi: il giovane Andrea Baracco per Edipo Re interpretato da Sturno, mentre Glauco Mauri riserva per sé la messa in scena e l’interpretazione di Edipo a Colono. Due generazioni a confronto, nel segno della collaborazione e della continuità, pensando al futuro del teatro. Annota Glauco Mauri: «Edipo Re ed Edipo a Colono sono due capolavori fondamentali nella storia dell’uomo, per gli interrogativi che pongono alla mente e per la ricchezza di umanità e di poesia che ci donano. La storia di Edipo è la storia dell’Uomo, perché racchiude in sé tutta la storia del suo vivere, alla ricerca della verità. Alla fine del suo lungo cammino Edipo comprende se stesso, la luce e le tenebre che sono dentro di lui, ma afferma anche il diritto alla libera responsabilità del suo agire. Edipo è pronto ad accettare tutto quello che deve accadere ed è pronto a essere distrutto purché sia fatta luce. Solo nell’interrogarci comincia la dignità di essere uomini. È questo che Sofocle con la sua opera immortale dice a tutti noi. Convinti che il Teatro sia un’arte che può e deve servire “all’arte del vivere” affrontiamo queste due opere classiche per trovare nelle radici del nostro passato il nutrimento per comprendere il nostro futuro. In un oggi così arido di umanità e di poesia questo è il nostro impegno e il nostro desiderio»
 
>> BIGLIETTO platea e palchi 25,00 euro; balconata 22,00; galleria 15,00; 2° galleria 9,00
>> PREVENDITE presso Teatro Nuovo, BoxOffice Verona (045.8011154) e sportelli Unicredit
>> Per essere sempre aggiornato, metti Mi Piace sulla nostra pagina WWW.FACEBOOK.COM/VERONA.NET

ALTRI EVENTI IN PROGRAMMA PRESSO TEATRO NUOVO VR