MANON LESCAUT



quest’oggi nell’ambito della Stagione Lirica invernale 2017/18, la Fondazione Arena di Verona, mette in scena MANON LESCAUT, opera lirica in quattro atti di Giacomo Puccini ispirata al romanzo di Antoine François Prévost, Storia del cavaliere Des Grieux e di Manon Lescaut. Rappresentazione con l’Orchestra e il Coro della Fondazione Arena. Direttore d'orchestra Francesco Ivan Ciampa, regia Graham Vick; scene Andrew Hays e costumi Kimm Kovac. (TRAMA A1) Sulla piazza di Amiens gli studenti della città corteggiano le fanciulle che passeggiano in cerca di compagnia. Tra gli studenti si distinguono Edmondo e l’amico Des Grieux: quest’ultimo è attratto da Manon Lescaut, una bellissima fanciulla che scende dalla diligenza con il fratello. Des Grieux avvicina per un attimo Manon: apprende che l'indomani, per volere paterno, sarà condotta in convento e, conquistato dalla sua bellezza, promette di opporsi a tale proposito. Ma anche il vecchio e ricco Geronte è invaghito di Manon e ha progettato di rapirla quella stessa sera. Informato da Edmondo, Des Grieux, approfittando della disattenzione di Lescaut, convince Manon a scappare con lui in carrozza verso Parigi. L’anziano possidente va su tutte le furie, ma Lescaut lo consola: conosce bene la sorella e sa che presto abbandonerà lo studente, preferendo le comodità e le ricchezze a una vita di stenti. (A2) A Parigi Manon, abbandonato il giovane e squattrinato Des Grieux, vive con Geronte, circondata dalle ricchezze. Tuttavia, il lusso non l’appaga. Non ha dimenticato l’amore dello studente e chiede al fratello se ha notizie di lui. Lescaut la informa che ha convinto Des Grieux a tentare la fortuna al gioco d’azzardo: con il denaro vinto potrà così tornare a vivere con lei. Dopo aver trascorso la mattinata, come di consueto, ascoltando madrigali e prendendo lezioni di ballo, Manon vede ricomparire all’improvviso Des Grieux. Il giovane rimprovera all’amante il tradimento, ma rimane ancora conquistato dal suo fascino: il loro abbraccio è interrotto dall’arrivo di Geronte che li coglie in flagrante e denuncia Manon alle autorità. Lescaut esorta gli amanti alla fuga, ma Manon si attarda a raccogliere oggetti di valore e gioielli da portare con sé: giungono le guardie che, sotto gli occhi compiaciuti di Geronte, arrestano la giovane, mentre il fratello trattiene il disperato Des Grieux. (A3) Manon è condotta al porto di Le Havre in attesa di essere deportata in America con altre donne. Grazie a una sentinella corrotta da Lescaut, Des Grieux informa l’amata del piano di fuga organizzato dal fratello; ma il tentativo non va a buon fine e Manon, assieme alle prostitute deportate, sfila verso la nave che la porterà oltre oceano. Dopo essersi inutilmente opposto alla partenza della donna, Des Grieux implora il comandante di potersi imbarcare con lei, in modo che i loro destini non siano separati. Il capitano si commuove e lo arruola come mozzo. (A4) Manon e Des Grieux sono fuggiti da New Orléans e vagano senza una meta. Esausta, Manon non riesce a proseguire. Mentre Des Grieux si allontana per cercare aiuto, la giovane ricorda con nostalgia il proprio passato e, subito dopo, muore tra le braccia dell’amante.
 
>> BIGLIETTO platea e palchi 60,00 euro; galleria 38,00; 2° galleria 28,00. BIGLIETTO RIDOTTO platea e palchi 50,00/24,00; galleria 32,00/15,00; 2° galleria 23,50/11,00. PREVENDITE presso il circuito Geticket, la biglietteria del Teatro Filarmonico in via dei Mutilati 4k e la biglietteria della Fondazione Arena in via Dietro Anfiteatro 6/b. 
 
>> REPLICHE 04.03.2018 (15.30); 06.03.2018 (19.00); 08.03.2018 (ore 20.00) e 11.03.2018 (15.30)
>> Per essere sempre aggiornato, metti Mi Piace sulla nostra pagina https://www.facebook.com/eventiverona.net

ALTRI EVENTI IN PROGRAMMA PRESSO TEATRO FILARMONICO