LA STAGIONE LIRICA DELLA FONDAZIONE ARENA

L’Arena di Verona è un grandioso anfiteatro, il terzo per grandezza fra quelli a noi giunti e certamente il meglio conservato. Fu costruita nel I secolo d.C. con il marmo estratto da cave della provincia, ed originariamente collocata all'esterno delle mura cittadine. Negli anni dell'impero accolse NUMEROSI COMBATTIMENTI DI GLADIATORI, e nel corso dei secoli ospitò spettacoli di ogni genere: tornei, giostre, duelli, balletti e rappresentazioni di prosa. Nell'ottocento venne poi utilizzata per ascensioni di mongolfiere e corride, a cui nel 1805 assistette anche Napoleone Bonaparte. Nel 1890 accolse anche il Wild West Show del colonnello William Cody, in arte Buffalo Bill. DALL'ESTATE DEL 1913 OSPITA UNA GRANDIOSA STAGIONE LIRICA voluta dal tenore veronese Giovanni Zenatello per celebrare il centenario della nascita di Giuseppe Verdi. La prima opera ad essere rappresentata fu Aida, la più spettacolare tra le opere verdiane e straordinariamente adatta alla grandiosità dell'anfiteatro, sostenuto da una acustica meravigliosa.

Quella prima stagione areniana, con cinque repliche di Aida che andarono in scena dal 10 al 19 agosto 1913, da costitui uno dei più importanti avvenimenti internazionali del primo novecento. Accorsero a Verona migliaia di spettatori da ogni parte d'Italia e del mondo: americani, argentini, inglesi, francesi, russi, tedeschi e spagnoli. Alla prima assistettero musicisti e scrittori illustri fra cui Puccini, Mascagni, Pizzetti, Kafka e fu un successo trionfale. Era nata la più grande stagione lirica all'aperto del mondo e da allora l'affluenza del pubblico ha sempre premiato i suoi inventori: ogni estate l'Arena ospita seicentomila spettatori per UNA CINQUANTINA DI SERATE, CON CINQUE O SEI PRODUZIONI diverse che si alternano, a cui hanno partecipato tutti i più grandi interpreti lirici. Chi assiste ad uno spettacolo in Arena rimane colpito dalla grandiosità scenografie, che cambiano veloci durante gli intervalli; dalle dimensioni del golfo mistico che accoglie 150 musicisti; dalle scene di massa durante le quali il suo palcoscenico contiene, oltre all'orchestra, anche 200 coristi, 100 ballerini e 200 comparse. Rimane colpito dal calore del pubblico, che nei giochi di mille candeline, nei lunghi applausi e negli impietosi fischi è sicuramente la parte più bella dello spettacolo.

>> TEATRO LIRICA E DANZA (il cartellone aggiornato degli spettacoli in programma in Arena nei teatri di Verona)

>> ANFITEATRO ARENA DI VERONA (il monumento simbolo della città, realizzato nel primo secolo dopo Cristo)

>> UNA RICCA GIORNATA A VERONA (da Piazza Bra a Porta dei Leoni, tra monumenti e vicoli della città vecchia)

>> PIATTI TIPICI VERONESI (alcuni consigli enogastronomici per rendere indimenticabile il vostro soggiorno)

>> RISTORANTI E TRATTORIE DI VERONA (i migliori locali della città consigliati da verona.net e dalla Pro Loco)

>> PIZZERIE E SFIZIOSERIE DI VERONA (i migliori locali della città consigliati da verona.net e dalla Pro Loco)

>> DORMIRE A VERONA (alberghi hotel, bed & breakfast, appartamenti e agriturismo consigliati da booking.com)

Per essere sempre aggiornato, metti Mi Piace sulla nostra pagina WWW.FACEBOOK.COM/VERONA.NET