MUSEO CANONICALE
piazza Duomo, 13
37121 Verona (vr)
VISUALIZZA LA MAPPA

CONTATTI
045.8012890

GIORNO DI CHIUSURA
aperto tutti i giorni

ORARI DI APERTURA
feriali 10.00/17.30; festivi 13.30/17.30

MUSEO CANONICALE


Allestito nel complesso architettonico del Duomo, il Museo Canonicale di Verona raccoglie interessanti reperti archeologici provenienti da edifici di epoca romana presenti nella zona, oltre a svariati preziosi arredi sacri, pregiate opere scultoree ed importanti dipinti che vanno dal XII sino al XVIII secolo.

Il Museo Canonicale di Verona è allestito presso il complesso architettonico del Duomo; vi si accede dal chiostro romanico, raggiungibile passando sotto il volto sulla sinistra della facciata della Cattedrale, in un'area che insiste sui resti di due basiliche paleocristiane risalenti al quarto e quinto secolo dopo Cristo. Le collezioni in esso conservate (frutto di donazioni dei Canonici e di privati, oggetti provenienti da chiese del territorio o trovati nel corso degli scavi archeologici) raccolgono materiali archeologici provenienti dai preesistenti edifici romani, arredi sacri del periodo romanico e barocco, sculture e dipinti che spaziano dal XII al XVIII secolo. Fra questi vi sono opere di LIBERALE DA VERONA, NICOLO' GIOLFINO, FRANCESCO MORONE, FELICE BRUSASORCI, Giovanni Maria Falconetto, Paolo Farinati, Giovan Francesco Caroto, Alessandro Turchi (detto l'Orbetto), Giulio Carpioni e Giambettino Cignaroli. La visita inizia dalla stanza del Romanico, dove si nota una piacevole scultura del dodicesimo secolo rappresentante una Madonna con il Bambino Gesù in trono; prosegue nella stanza del trecento ed in quella del Rinascimento, ove sono conservati anche due quadri di Antonio Badile, che facevano parte di un trittico recuperato dalla Chiesa di Santa Elena.

Ammirate le stanze Trentossi, del Seicento e del Settecento si arriva alla stanza delle grottesche, ove é difficile non soffermarsi dinnanzi alla precisione dei globi, terrestre e celeste, realizzati nel 1728 dal matematico Gabriele Doppelmayer. Oltrepassata la stanza delle Aquile (così detta per gli affreschi romani presenti sulle pareti, che rappresentano Aquile imperiali e un Grifone) e quella dell'allegoria romanica terminiamo la visita nelle stanze dello scantinato. Si tratta di una serie di suggestivi ambienti risalenti alla fine del quindicesimo secolo in cui risalta un imponente muro di contenimento dell'Adige di epoca romana. In esse sono conservati numerosi REPERTI ARCHEOLOGICI RINVENUTI DURANTE SCAVI EFFETTUATI IN QUESTA ZONA di Verona. Presso il Palazzo del Canonicato ha sede anche la millenaria Biblioteca Capitolare, una delle più importanti biblioteche ecclesiastiche del mondo. Fondata nel quinto secolo come emanazione dello Scriptorium (un centro per la conservazione e trascrizione dei testi che era annesso alla Schola Sacerdotum), conserva antichi libri miniati, preziosissimi manoscritti e numerose rare pubblicazioni. Tra le molte si ricordano le Istituzioni di Gaio, l'unico testo di diritto romano giunto pressoché completo sino ai nostri giorni; una preziosa edizione del De Civitate Dei di Sant'Agostino contemporanea all'autore; un Evangeliario Purpureo del quinto secolo d.C. e numerosi manoscritti di epoca medioevale.

>> Link consigliati  PIAZZA DEL DUOMO | BIBLIOTECA CAPITOLARE | ITINERARIO VERONA ROMANA |


MUSEO CANONICALE
piazza Duomo, 13
37121 Verona (vr)
VISUALIZZA LA MAPPA

CONTATTI
045.8012890

GIORNO DI CHIUSURA
aperto tutti i giorni

ORARI DI APERTURA
feriali 10.00/17.30; festivi 13.30/17.30