VINO CUSTOZA


Il Bianco di Custoza è un vino prodotto nella provincia di Verona, a Denominazione di Origine Controllata sin dal 1971. Porta il nome di un piccolo paese vicino a Sommacampagna, sorto in epoca romana come posto di guardia sulla via Postumia e scenario nel risorgimento di sanguinose battaglie combattute tra il regio esercito italiano e quello imperiale austriaco (le spoglie dei soldati sono conservate nel monumentale Sacrario di Custoza, su cui si eleva una torre di 40 metri). L'AREA DI PRODUZIONE SI ESTENDE SULL'ANFITEATRO MORENICO del Lago di Garda compreso tra i comuni di Sommacampagna, Villafranca, Valeggio, Peschiera, Caselnuovo, Sona, Bussolengo, Pastrengo e Lazise. Il terreno è prevalentemente morenico con tipici depositi sassosi ben levigati; il clima è mite e di media piovosità. Il Custoza è un vino che nasce da una miscela di uve di classici vitigni veronesi, di cui le principali sono il Trebbiano, presente in una misura variabile tra il 20 ed il 45%, e la Garganega (dal 20 al 40%) a cui vengono unite varietà più recenti come il Tocai (o Trebbianello), la Malvasia, lo Chardonnay e la Cortese (o Bianca Fernanda). Sono idonei alla produzione solo i vigneti collinari e pedecollinari esposti a sud e sudovest ed i territori morenici di natura prevalentemente calcarea, ghiaioso-sabbiosa, con esclusione dei terreni umidi. La produzione massima delle uve, per ettaro, non deve superare i centocinquanta quintali e la resa in vino non può superare i settanta litri ogni cento chilogrammi d'uva. Il colore di questo pregiato vino è il giallo paglierino; il suo profumo è VINOSO, INTENSO E LEGGERMENTE AROMATICO, CON NOTE FRUTTATE e floreali; il sapore è asciutto ed alquanto invitante.

La sua armonica ensemble di sapori e profumi soddisfa i palati più esigenti, in particolare quelli femminili, da cui è apprezzato per la grande freschezza. Il Bianco di Custoza è un ottimo vino, che trova svariati abbinamenti in cucina: i ristoratori più esperti consigliano di utilizzarlo per accompagnare antipasti magri e primi piatti a base di tortellini (tortellini in brodo, tortelli di zucca, tortelloni di magro con ricotta e spinaci), pesce di Lago e di fiume, grigliate di pesce e formaggi freschi. Un tour alle cantine della zona deve assolutamente includere una tappa nell'incantevole villaggio di Borghetto, dove si possono gustare i famosi tortellini di Valeggio sul Mincio in uno dei caratteristici ristoranti che sorgono all’ombra del medievale ponte visconteo. Accanto al Bianco di Custoza tradizionale alcuni produttori realizzano anche anche piccole quantità di vino Custoza Superiore, Custoza Spumante e Custoza Passito. Il CUSTOZA SUPERIORE è un vino importante che nasce da una coltura che riduce la resa di uva per ettaro e seleziona i vitigni, sottoposto a cinque mesi di maturazione a decorrere dal 1 novembre dell'annata di produzione. Il risultato è un gran vino, il cui colore tende al giallo dorato durante l'invecchiamento; dal sapore armonico e corposo, con un deciso retrogusto. Il CUSTOZA SPUMANTE, prodotto con il metodo Charmat, ha un sapore fresco e frizzante. E’ ideale come aperitivo o vino da fine pasto, con frutta e dessert. Il CUSTOZA PASSITO è un vino che si ottiene dalla cernita delle uve, destinando all'appassimento naturale meno di 5 tonnellate per ettaro. E’ un vino d’un giallo intenso, quasi dorato; dall’odore decisamente fruttato e molto dolce nel sapore. Ideale con dolci secchi e formaggi stagionati.

>> Link consigliati | RISO RADICCHIO E MONTE | PIATTI TIPICI VERONESI | PIZZERIE DI VERONA |